Torna alla home page
 
                   
  Tempo libero
 
  Viaggi e Vacanze  
     
  Eventi e visite  
     
  Spettacoli, concerti, film  
     
  Teatro  
     
  Libri  
     
   
  Shopping
 
  Shopping online  
     
  Spacci aziendali  
     
  Mercatini  
     
  Accessori  
     
  Far shopping all'estero  
     
  Cantine  
     
   
  Moda & bellezza
 
  Trucco e bellezza  
     
  Moda  
     
  Stilisti  
     
  Coccoliamoci&Beauty Farm  
     
  Vanità  
     
   
  Cucina
 
  I Cupcakes  
     
  Marmellate e conserve  
     
  Ricette  
     
  I Biscotti  
     
  Idee in cucina  
     
  Cibo e salute  
     
  Ristoranti  
     
  Le ricette dello Chef  
     
   
  Casa
 
  Casa on line  
     
  Fiori e Piante  
     
  Animali domestici  
     
  Arredamento  
     
  Economia domestica  
     
   
  Salute
 
  Donna e mamma  
     
  Psicologia  
     
  La medicina naturale  
     
  Diabete e associazioni  
     
  Altre patologie  
     
  Leggere gli esami del sangue  
     
  Pronto soccorso  
     
   
  Donne, Studio & Lavoro
 
  Donne&lavoro  
     
  La tutela delle donne  
     
   
  Spazio amiche
 
  Arte  
     
  Associazioni  
     
  Libri  
     
  Solidarietà  
     
   
  Curiosità
 
  Abbiamo letto per voi  
     
  I commenti  
     
  La rubrica di Cosimo  
     
  Cosa c’è in rete  
     
   
  Famiglia & Figli
 
  La Famiglia  
     
  Matrimonio  
     
  Infanzia  
     
  Adolescenza  
     
  I nostri figli  
     
  Sport  
     
   
     
 
I nostri figli
     
 
Il peso dei figli
 
Il peso dei figli
per una corretta educazione alimentare
     
 
Fast Food:ingrassa bambini
 
Fast Food:ingrassa bambini
Ecco come la malsana cucina americana fa...
     
 
Il cestino della merenda
 
Il cestino della merenda
Esperti nutrizionisti dicono la loro
   
  > Scopri tutti gli articoli di "I nostri figli"

Famiglia & Figli > I nostri figli  
   
Poter dar voce ai figli, quando i genitori si separano  - Famiglia & Figli > I nostri figli
 
 

Poter dar voce ai figli, quando i genitori si separano

 
     
 

a cura della Dott.ssa Mariella Bombardieri

 
     

  Un periodo critico
     
  Il disagio dei figli
     
  I gruppi di parola
     
  Parlare stempera le emozioni
     

 
 

Un periodo critico

Quando due genitori si separano per i figli inizia un periodo critico, difficile che crea insicurezza, fragilità. Di fronte alle immagini della pubblicità nelle quali si vedono famiglie felici il figlio che vede i propri genitori lasciarsi si sente diverso, sbagliato. La colpa però non è dei figli anche se alcuni arrivano a crederlo. La separazione è dolorosa,  per questo   è importante prima di arrivare a questa scelta mettere in campo tutte le risorse affinché la coppia possa cercare di uscire dalla crisi, recuperare le relazioni perse, ritrovare il senso del legame familiare.

Il disagio dei figli

 Quando però si arriva alla separazione  allora i genitori devono impegnarsi per rendere questa transizione il meno dolorosa possibile. I figli vivono comunque un disagio a causa di questo grande cambiamento che arriva nella loro vita ma non necessariamente svilupperanno patologie psicologiche. Dipende molto dalla personalità di figli e genitori, dal contesto familiare e dal modo di affrontare questo evento. Dipende dall’avere delle reti familiari e comunitarie capaci di sostenere e supportare piccoli e grandi.

I gruppi di parola

In questa logica rientra l’esperienza dei gruppi di parola nati in Canada ed in Francia  che si sono poi sviluppati anche in Italia grazie all’impegno di mediatori familiari che fanno capo all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia. Ma cosa sono i gruppi di parola? Sono una esperienza vissuta tra coetanei e con la presenza di un  mediatore, facilitatore  preparato che conduce il gruppo, tutela i bambini, li protegge e li aiuta ad esprimersi. Stare insieme a cerchio con altri che hanno vissuto la stessa esperienza permette di abbattere il muro dell’isolamento favorendo un contatto ed uno scambio, dando voce alle proprie emozioni. In gruppo è possibile trovare anche soluzioni che permettano al bambino di farsi ascoltare dai genitori che presi dal proprio conflitto rischiano di dimenticarsi di chi hanno di fronte. Nel gruppo ci si trova per quattro incontri e nell’ultimo si invitano anche i genitori per permettere ai figli di esprimere loro un pensiero, un messaggio. Il gruppo affronta temi seri ma siccome è rivolto a bambini ed adolescenti utilizza strumenti capaci di coinvolgerli: disegno, giochi di ruolo, la musica, il momento della merenda. Stando insieme i figli accomunati dall’esperienza della separazione possono rielaborare un po’ il loro dolore.

Parlare stempera le emozioni

Non vi è nulla di più negativo per un bambino  che il doversi tener dentro la sofferenza o la rabbia. Parlare stempera le emozioni, permette di guardarle dal di fuori avendo un sostegno dai compagni del gruppo e da un adulto preparato. I bambini sanno dire cose grandi che possono aiutare gli adulti a capirli meglio e a sostenerli come  Laura di 14 anni che in gruppo dice:”Soffro molto del divorzio dei miei genitori. Ho male nella mia testa e nel mio cuore, darei qualsiasi cosa per tornare come prima”; come Giulia di 13 anni:”Vado da mio padre ogni quindici giorni ma vorrei andarci più spesso e magari quando ne ho voglia”, o come Carlo:”Quando vado da mio padre c’è sempre la sua fidanzata e lui non parla mai con me”.  C’è una canzone che dice:”Metti delle parole suoi tuoi mali, scrivili, gridali disegnali, cantali..perchè possano come un falco volare molto alto. Delle parole di rabbia per aver troppo taciuto, delle parole tuonanti piene di mistero di una notte sfortunata in cui ti perdi, delle parole di tenerezza….delle parole da lanciare alla cieca perché non ti si possa abbandonare, delle parole di speranza per meglio vederti e infine credere alla tua storia”. Quando i bambini possono dire i loro pensieri e quando gli adulti pur nel dolore della separazione provano a starli a sentire allora la ferita si fa meno pesante ed apre alla possibilità di essere più sereni.


 

 

gruppi di parola: parlare stempera le emozioni

     
I vostri commenti
     
    > Di la tua su questo articolo