Torna alla home page
 
                   
  Tempo libero
 
  Viaggi e Vacanze  
     
  Eventi e visite  
     
  Spettacoli, concerti, film  
     
  Teatro  
     
  Libri  
     
   
  Shopping
 
  Shopping online  
     
  Spacci aziendali  
     
  Mercatini  
     
  Accessori  
     
  Far shopping all'estero  
     
  Cantine  
     
   
  Moda & bellezza
 
  Trucco e bellezza  
     
  Moda  
     
  Stilisti  
     
  Coccoliamoci&Beauty Farm  
     
  Vanità  
     
   
  Cucina
 
  I Cupcakes  
     
  Marmellate e conserve  
     
  Ricette  
     
  I Biscotti  
     
  Idee in cucina  
     
  Cibo e salute  
     
  Ristoranti  
     
  Le ricette dello Chef  
     
   
  Casa
 
  Casa on line  
     
  Fiori e Piante  
     
  Animali domestici  
     
  Arredamento  
     
  Economia domestica  
     
   
  Salute
 
  Donna e mamma  
     
  Psicologia  
     
  La medicina naturale  
     
  Diabete e associazioni  
     
  Altre patologie  
     
  Leggere gli esami del sangue  
     
  Pronto soccorso  
     
   
  Donne, Studio & Lavoro
 
  Donne&lavoro  
     
  La tutela delle donne  
     
   
  Spazio amiche
 
  Arte  
     
  Associazioni  
     
  Libri  
     
  Solidarietà  
     
   
  Curiosità
 
  Abbiamo letto per voi  
     
  I commenti  
     
  La rubrica di Cosimo  
     
  Cosa c’è in rete  
     
   
  Famiglia & Figli
 
  La Famiglia  
     
  Matrimonio  
     
  Infanzia  
     
  Adolescenza  
     
  I nostri figli  
     
  Sport  
     
   
     
 
Economia domestica
     
 
Il pane di casa
 
Il pane di casa
Le macchine domestiche sfornano un pane ...
     
 
Pulizie da manuale
 
Pulizie da manuale
I rimedi della nonna funzionano e permet...
     
 
Orata, allevata o pescata?
 
Orata, allevata o pescata?
Come riconoscere l’orata
   
  > Scopri tutti gli articoli di "Economia domestica"

Casa > Economia domestica  
   
Il riso basmati  - Casa > Economia domestica
 
 

Il riso basmati

 
     
 

Da un’inchiesta di Altroconsumo

 
     

  Il vero riso basmati
     
  Un riso famoso
     
  Un riso protetto
     
  In Europa
     
  Ma quanto costa?
     

 
 

Il vero riso basmati

Altroconsumo ha effettuato un’inchiesta per scoprire il vero riso basmati dato che quest’ultimo è facilmente oggetto di frodi. Per scoprirle, viene utilizzata un’analisi per il riconoscimento del Dna.

Un riso famoso

Il riso basmati è famoso in tutto il mondo per la sua fragranza e il gusto inconfondibile.
Importato come complemento indispensabile di molte ricette esotiche, classico il suo abbinamento con il pollo al curry, con il tempo ci siamo abituati ad usarlo al posto dei nostri chicchi nostrani.
Il successo di questo riso, coltivato in India e Pakistan da centinaia di anni, si deve al sapore particolare e piuttosto deciso e ai chicchi lunghi che restano sodi e separati, non appiccicosi, dopo la cottura. Il suo inconfondibile aroma ricorda vagamente il legno di sandalo, ed infatti il termine stesso “basmati” significa “regina del profumo”.

Un riso protetto

Il riso basmati gode di una protezione simile a quella utilizzata per molti nostri prodotti tipici.
Si possono chiamare “basmati” solo alcune varietà di riso provenienti dalla zona geografica di origine tradizionale. Per tutelare questo riso,  i produttori si sono dati un codice volontario con regole precise sulla denominazione del prodotto. 1) la denominazione “riso basmati” può essere data soltanto ad alcune varietà particolari che crescono nell’area geografica al confine tra India e Pakistan; 2) il riso basmati può essere indicato come “made in India” o “made in Pakistan”solo se contiene almeno il 97% dei chicchi provenienti da uno di questi due paesi; 3) la quantità di riso non basmati presente in un prodotto che si definisce “basmati” non deve superare il 7%, 4) il produttore non è obbligato a indicare la specifica varietà del basmati (Pusa, Super, Dehradum…) ma se questa informazione viene data al consumatore, il produttore deve garantire che almeno il 97% sia della varietà indicata.

In Europa

L’Europa gode di una regolamentazione sul commercio del riso basmati ancora più stringente: le varietà ammesse sono inferiori (15 nel codice volontario, 9 in Europa), così come la percentuale di risi diversi deve essere sotto il 5%.

Ma quanto costa?

Sebbene l’Italia sia il maggiore produttore europeo di riso, noi italiani non siamo grandi consumatori di questa importante fonte di carboidrati, soprattutto se ci confrontiamo con le popolazioni asiatiche. Ovviamente, le varietà più acquistate sono quelle coltivate sul nostro territorio (Ribe, Arborio, Roma; Originario, Carnaroli..), ma oggi si stanno facendo spazio sul mercato anche le varietà di importazione, soprattutto quelle esotiche, tra cui il basmati. In generale, questo riso ha un costo più elevato rispetto alle varietà nostrane: il costo medio è di 3,50 euro al chilo contro 2,30 euro al chilo dell’Arborio e 2,80 euro/kg del pregiato riso Carnaroli.


 

 

Non sempre il riso indiano che entra nelle nostre cucine è vero basmati

     
I vostri commenti
     
    > Di la tua su questo articolo