Torna alla home page
 
                   
  Tempo libero
 
  Viaggi e Vacanze  
     
  Eventi e visite  
     
  Spettacoli, concerti, film  
     
  Teatro  
     
  Libri  
     
   
  Shopping
 
  Shopping online  
     
  Spacci aziendali  
     
  Mercatini  
     
  Accessori  
     
  Far shopping all'estero  
     
  Cantine  
     
   
  Moda & bellezza
 
  Trucco e bellezza  
     
  Moda  
     
  Stilisti  
     
  Coccoliamoci&Beauty Farm  
     
  Vanità  
     
   
  Cucina
 
  I Cupcakes  
     
  Marmellate e conserve  
     
  Ricette  
     
  I Biscotti  
     
  Idee in cucina  
     
  Cibo e salute  
     
  Ristoranti  
     
  Le ricette dello Chef  
     
   
  Casa
 
  Casa on line  
     
  Fiori e Piante  
     
  Animali domestici  
     
  Arredamento  
     
  Economia domestica  
     
   
  Salute
 
  Donna e mamma  
     
  Psicologia  
     
  La medicina naturale  
     
  Diabete e associazioni  
     
  Altre patologie  
     
  Leggere gli esami del sangue  
     
  Pronto soccorso  
     
   
  Donne, Studio & Lavoro
 
  Donne&lavoro  
     
  La tutela delle donne  
     
   
  Spazio amiche
 
  Arte  
     
  Associazioni  
     
  Libri  
     
  Solidarietà  
     
   
  Curiosità
 
  Abbiamo letto per voi  
     
  I commenti  
     
  La rubrica di Cosimo  
     
  Cosa c’è in rete  
     
   
  Famiglia & Figli
 
  La Famiglia  
     
  Matrimonio  
     
  Infanzia  
     
  Adolescenza  
     
  I nostri figli  
     
  Sport  
     
   
     
 
La medicina naturale
     
 
Per dimagrire attente all'indice glicemico
 
Per dimagrire attente all'indice glicemico
Per dimagrire non basta più fare il cont...
     
 
Il piatto sano
 
Il piatto sano
Cosa mettere nel piatto per star bene
     
 
I flavonoidi
 
I flavonoidi
la nostra dieta deve esserne ricchissima
   
  > Scopri tutti gli articoli di "La medicina naturale"

Salute > La medicina naturale  
   
Per dimagrire attente all'indice glicemico  - Salute > La medicina naturale
 
 

Per dimagrire attente all'indice glicemico

 
     
 

Diventare esperte nutrizioniste per dimagrire ne vale veramente la pena, perché l’obiettivo non è solo estetico ma anche salutistico

 
     

  Non solo calorie
     
  Il nostro organismo
     
  Un menù anticancro
     
  Il segreto
     

 
 

Non solo calorie

E’ meglio il pane integrale o il pane bianco? Lo zucchero di canna o quello raffinato? Oggi per fare una dieta non basta conoscere le calorie si deve tener conto dell’indice glicemico degli alimenti. Scoprire qual è l’IG di un cibo uno è facile, esistono tabelle, ma lo stesso prodotto varie in base al metodo di cottura. L'indice glicemico (IG) misura la velocità di digestione e assorbimento dei cibi contenenti carboidrati e il loro conseguente effetto sulla glicemia, cioè sui livelli di glucosio nel sangue. Un cibo con un punteggio dell'IG alto produce un grande picco momentaneo di glucosio dopo il suo consumo. Al contrario, un alimento con un basso indice glicemico provoca un'elevazione del glucosio nel sangue più lento e sostenuto.                                                                                                                      Secondo i più recenti studi in fatto di alimentazione, l’indice glicemico influenza non solo l’accumulo di grasso ma anche la salute in generale. Pasta, riso e pane sono parte integrante delle diete sane, ma, a parità di quantità e di calorie, non hanno sull’organismo lo stesso effetto, poiché alzano in modo diverso la glicemia, cioè la quantità di zuccheri nel sangue. Più rapido è il picco di glicemia, più facilmente il cibo si trasforma in grasso.

Il nostro organismo

Tutti i cibi che mangiamo vengono digeriti e trasformati in elementi più semplici: proteine, grassi e zuccheri, il principale dei quali è il glucosio. Quest’ultimo è la benzina con cui lavorano muscoli e cervello e l’organismo lo accumula nel fegato per i momenti di necessità. Per consumere questo “zucchero” deve intervenire un ormone: l’insulina che metabolizza gli zuccheri e nutre le nostre cellule. Senza questo ormone il glucosio rimane nel sangue e provoca danni agli organi, come avviene per i diabetici che non producono questo ormone e devono iniettarsi insulina.

Un menù anticancro

 Contrariamente a quanto si pensa, non serve consumere zucchero puro per aumentare la glicemia: aumenta anche quando mangiamo pasta o riso che sono carboidrati complessi. Evitare picchi glicemici e quindi un rilascio improvviso di insulina nel sangue aiuta a perdere peso e non solo: i cibi a basso indice glicemico, oltre ad evitare l’accumulo di peso, contribuisco a prevenire l’insorgenza di malattie come il cancro. Lo dicono i ricercatori dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano.                                Nel menù anticancro i ricercatori hanno messo a punto alcuni suggerimenti: bandire zuccheri semplici e raffinati (zucchero bianco) a favore di malto o melassa. La quantità massima di zucchero presente nel sangue dopo un pasto sarà più bassa se si consumano carboidrati ricchi di fibre al posto di quelli raffinati, ecco perché è meglio la pasta integrale, o i cereali interi invece che i fiocchi di cereali. Mangiando cibo con indice glicemico basso, senza ridurre la quantità, il grasso corporeo si accumula lo stesso ma diventa meno difficile da smaltire. Quindi niente cuscinetti inattaccabili.

Il segreto

Il segreto, se di segreto si può parlare, è la varietà dei cibi e la riduzione delle quantità, combinate alla scelta di alimenti a basso indice glicemico, il riso per esempio è ad alto IG, ma combinato con le verdure ne abbassa l’IG. Altri alimenti con un IG relativamente basso sono: la pasta e fagioli o il riso e lenticchie; tutte ricette della dieta mediterranea. Per alimenti ad alto indice glicemico si intende: zucchero, cereali raffinati (riso soffiato, patatine in sacchetto, wafer, corn flakes) dolci e torte, bevande zuccherate, alimenti contenenti zucchero o sciroppo di glucosio. Alimenti con IG medio-alto: pane bianco, biscotti, uva passa, alcuni vegetali (carota, melone, zucca, banana). Alimenti con IG basso: frutta e verdura (tranne le eccezioni, indicate sopra), latticini (yogurt, latte), maltosio, cereali integrali (avena, orzo) e pasta al dente.


 

 

Per dimagrire non basta più fare il conto delle calorie. Una dieta corretta deve tener conto del fattore IG (Indice glicemico), il responsabile dei chili di troppo.

     
I vostri commenti
     
    > Di la tua su questo articolo