Torna alla home page
 
                   
  Tempo libero
 
  Viaggi e Vacanze  
     
  Eventi e visite  
     
  Spettacoli, concerti, film  
     
  Teatro  
     
  Libri  
     
   
  Shopping
 
  Shopping online  
     
  Spacci aziendali  
     
  Mercatini  
     
  Accessori  
     
  Far shopping all'estero  
     
  Cantine  
     
   
  Moda & bellezza
 
  Trucco e bellezza  
     
  Moda  
     
  Stilisti  
     
  Coccoliamoci&Beauty Farm  
     
  Vanità  
     
   
  Cucina
 
  I Cupcakes  
     
  Marmellate e conserve  
     
  Ricette  
     
  I Biscotti  
     
  Idee in cucina  
     
  Cibo e salute  
     
  Ristoranti  
     
  Le ricette dello Chef  
     
   
  Casa
 
  Casa on line  
     
  Fiori e Piante  
     
  Animali domestici  
     
  Arredamento  
     
  Economia domestica  
     
   
  Salute
 
  Donna e mamma  
     
  Psicologia  
     
  La medicina naturale  
     
  Diabete e associazioni  
     
  Altre patologie  
     
  Leggere gli esami del sangue  
     
  Pronto soccorso  
     
   
  Donne, Studio & Lavoro
 
  Donne&lavoro  
     
  La tutela delle donne  
     
   
  Spazio amiche
 
  Arte  
     
  Associazioni  
     
  Libri  
     
  Solidarietà  
     
   
  Curiosità
 
  Abbiamo letto per voi  
     
  I commenti  
     
  La rubrica di Cosimo  
     
  Cosa c’è in rete  
     
   
  Famiglia & Figli
 
  La Famiglia  
     
  Matrimonio  
     
  Infanzia  
     
  Adolescenza  
     
  I nostri figli  
     
  Sport  
     
   
     
 
Stilisti
     
 
Coco Chanel
 
Coco Chanel
Una grande creatrice di moda
     
 
Il sellaio di Parigi
 
Il sellaio di Parigi
Hermes è una azienda francese di alta mo...
     
 
Artista nel mondo della calzatura
 
Artista nel mondo della calzatura
   
  > Scopri tutti gli articoli di "Stilisti"

Moda & bellezza > Stilisti  
   
Coco Chanel  - Moda & bellezza > Stilisti
 
 

Coco Chanel

 
     
 

sinonimo di eleganza, raffinatezza, modernità

 
     

  Parola di Coco Chanel
     
  Lo stile
     
  Chi era Coco Chanel?
     
  Disegnatrice di cappelli
     
  Chanel n°5
     
  Gli anni trenta
     
  Si rimette in gioco
     

 
 

Parola di Coco Chanel

“Scegli l’abito sbagliato e vedranno il vestito, metti l’abito giusto e scopriranno la donna”
“La moda passa, lo stile resta”
“O si scoprono le gambe, o si scopre il decoltè”
“Se sei nato senza ali, non fare mai nulla per impedire loro di crescere”
Parola di Coco Chanel, la stilista che agli inizi del ‘900 rivoluzionò il modo di vestire delle donne in tutto il mondo e il concetto di femminilità.
Voleva essere chiamata Mademoiselle  e non Madame, lo considerava un simbolo di libertà. Fu la prima donna ad indossare un abito unisex, un pigiama bianco di seta, nel 1918.

Lo stile

Coco Chanel ha saputo dar voce alle esigenze delle donne della sua epoca. Alla moda ingombrante e fastosa dell’epoca sostituisce abiti larghi e comodi. Gabrielle vuole liberare la donna, la vuole rendere indipendente dagli uomini, la vuole libera e rivoluzionaria, moderna e all’avanguardia. Donne non più disposte ad indossare corsetti, sottogonne e crinoline. Il tessuto preferito dalla stilista  era il Tweed e il jersey, che intagliato nei tailleur diventerà un vero must della moda. I colori preferiti oltre al nero e al bianco, il blu scuro, il beige ed il grigio.

Chi era Coco Chanel?

Il suo vero nome era Gabrielle Bonheur Chanel, era nata a Saumur nel 1883 ed è morta a Parigi nel 1971. Trascorse un’infanzia molto umile e triste, rimane orfana a 12 anni, viene affidata ad un orfanotrofio di religiose, a diciotto entra come convittrice in un collegio, dove l’unico vantaggio che ha, fu che cominciò a cucire. Trova il primo impiego come commessa presso un negozio di stoffe, a Moulins. A vinticinque anni conosce un uomo molto influente, che le cambierà la vita: l’erede di una dinastia di industrie tessili, Etienne Balsan, e diventa sua amante. Si trasferisce presso la sua tenuta, dove Balsan alleva cavalli, e diventa un’esperta cavallerizza. Chanel comprende che potrebbe diventare molto ricca sfruttando il momento e le amicizie influenti di Balsan, che le chiedono di continuo dove lei acquista i suoi deliziosi cappellini. Cappelli che Chanel creava da sola.

Disegnatrice di cappelli

Muove così i primi passi nell’ambiente della moda come disegnatrice di cappelli nel 1908. Apre il suo primo negozio a Deauville nel 1913, ed un salone di moda a Biarritz, nel 1915. La fama di Gabrielle cresce rapidamente, grazie al suo stile e culmina con l’apertura di un negozio in Rue Camion, 31 a Parigi.

Chanel n°5

Nel 1921 Coco Chanel crea con Ernet Beaux lo storico profumo Chanel n°5. La sua linea di accessori, tra cui ci sono scarpe, gioielli, borse,sciarpe e cinture, viene terminata nel 1929. Le sue famosissime scarpe bicolori, erano studiate apposta per far sì che le bande snellissero le gambe con un effetto ottico. Particolare importanza acquistano le bigiotterie, anche piuttosto vistose, indossate per contrasto su abiti dalla linea pura e minimalista.

Gli anni trenta

Negli anni trenta, la crisi economica internazionale aveva ridotto le sue entrate, i tempi presagivano la Seconda guerra mondiale. Nel 1936 ci fu uno sciopero delle sue lavoranti, afflitta dalle preferenze della stampa, che preferiva il look eccentrico della sua eterna rivale, Elsa Schiapparelli, Chanel chiude la sua maison nel 1939, licenziando tutti. Si rifugiò a Vichy, dove assistette imponente al trionfo del New Look di Christian Dior, nel 1947.

Si rimette in gioco

Nel 1954, Gabrielle a 70 anni compiuti, decise di rimettersi in gioco, presenta una nuova collezione, improntata sugli anni venti. La stampa la demolì definendo la collezione un fiasco. In realtà gli anni sessanta avrebbero richiamato gli anni venti, ma nel 1954 solo Chanel lo sapeva. Nonostante tutto ebbe successo, in questo periodo nasce il suo famoso e intramontabile “tailleur”.
Gabrielle muore a 87 anni, nella sua suite all’Hotel Ritz di Parigi.



 

 

Una grande creatrice di moda

     
I vostri commenti
     
    > Di la tua su questo articolo