Torna alla home page
 
                   
  Tempo libero
 
  Viaggi e Vacanze  
     
  Eventi e visite  
     
  Spettacoli, concerti, film  
     
  Teatro  
     
  Libri  
     
   
  Shopping
 
  Shopping online  
     
  Spacci aziendali  
     
  Mercatini  
     
  Accessori  
     
  Far shopping all'estero  
     
  Cantine  
     
   
  Moda & bellezza
 
  Trucco e bellezza  
     
  Moda  
     
  Stilisti  
     
  Coccoliamoci&Beauty Farm  
     
  Vanità  
     
   
  Cucina
 
  I Cupcakes  
     
  Marmellate e conserve  
     
  Ricette  
     
  I Biscotti  
     
  Idee in cucina  
     
  Cibo e salute  
     
  Ristoranti  
     
  Le ricette dello Chef  
     
   
  Casa
 
  Casa on line  
     
  Fiori e Piante  
     
  Animali domestici  
     
  Arredamento  
     
  Economia domestica  
     
   
  Salute
 
  Donna e mamma  
     
  Psicologia  
     
  La medicina naturale  
     
  Diabete e associazioni  
     
  Altre patologie  
     
  Leggere gli esami del sangue  
     
  Pronto soccorso  
     
   
  Donne, Studio & Lavoro
 
  Donne&lavoro  
     
  La tutela delle donne  
     
   
  Spazio amiche
 
  Arte  
     
  Associazioni  
     
  Libri  
     
  Solidarietà  
     
   
  Curiosità
 
  Abbiamo letto per voi  
     
  I commenti  
     
  La rubrica di Cosimo  
     
  Cosa c’è in rete  
     
   
  Famiglia & Figli
 
  La Famiglia  
     
  Matrimonio  
     
  Infanzia  
     
  Adolescenza  
     
  I nostri figli  
     
  Sport  
     
   
     
 
La rubrica di Cosimo
     
 
Cinquanta sfumature di grigio
 
Cinquanta sfumature di grigio
Cosimo."Ok, ho visto Cinquanta sfumature...
     
 
Ci sono donne.....
 
Ci sono donne.....
queste parole prendono il cuore, grazie ...
     
 
Il mattino di Pasqua
 
Il mattino di Pasqua
Considerazioni sulla Pasqua
   
  > Scopri tutti gli articoli di "La rubrica di Cosimo "

Curiosità > La rubrica di Cosimo  
   
L’IMPRESA IMPOSSIBILE DI DAVE CHAMEIDES di Cosimo
 
  - Curiosità > La rubrica di Cosimo
 
 

L’IMPRESA IMPOSSIBILE DI DAVE CHAMEIDES di Cosimo

 
     
 

L'americano e la piccola discarica

 
     

  La vostra casa:una piccola discarica
     
  Conserva i rifiuti un anno intero
     
  La filosofia di Chameides
     
  La "missione verde" della famiglia Chameides
     
  Produrre meno rifiuti
     

 
 

La vostra casa:una piccola discarica

Provate a non gettare la spazzatura per una settimana. Cosa potrebbe succedere? Come minimo che la vostra casa si trasformi in una piccola discarica. Non nel caso dell'americano Dave Chameides, che ha protratto questo esperimento per un anno, conservando meticolosamente qualsiasi cosa destinata a finire nel cassonetto. Lo scopo? Dimostrare al mondo quanto siamo "spreconi", nonostante raccolta differenziata e riciclaggio. Insomma, per agire concretamente nell'interesse del nostro pianeta bisogna semplicemente produrre meno rifiuti.


Conserva i rifiuti un anno intero

Un impresa sulla carta a dir poco impossibile. Non per l'originale yankee, da anni ecologista convinto, che scopriamo peraltro essere uno degli operatori video più richiesti oltreoceano, brillante cameraman che ha lavorato dietro le quinte di famosissime produzioni tv (tra le quali "E.R. Medici in prima linea") e vincitore di ben due Emmy Awards. L'idea prende corpo nel gennaio del 2008, con l'obiettivo di conservare qualsiasi tipo di rifiuto, organico e inorganico per un anno intero.


La filosofia di Chameides

La filosofia di Chameides è semplice: "Abbiamo tutti l'idea di buttare via per eliminare l'immondizia. In realtà ce la gettiamo dietro le spalle e la dimentichiamo. E' un comportamento irresponsabile, che non terremmo se la discarica fosse nel nostro giardino". Detto fatto: Dave e la sua famiglia hanno così iniziato ad accumulare i rifiuti nella cantina di casa. Cartoni, tovaglioli, bucce di banana, fondi di caffè, e chi più ne ha più ne metta: l'esperimento infatti non ha risparmiato alcun tipo di materiale   deperibile, compresi gli avanzi di cibo. Il tutto seguendo regole scrupolose e cercando di non violare le più elementari norme igieniche (in questo caso, a dir la verità, già messe a dura prova): la spazzatura è stata conservata in appositi bidoni e rigorosamente differenziata, mentre Dave ha messo a punto un originale sistema di compostaggio "fai da te" a base di vermi per smaltire in modo ecologico i rifiuti di tipo organico.


La "missione verde" della famiglia Chameides

A questo si aggiunge una minuziosa opera di riciclaggio e riutilizzo applicata a borse della spesa, bottiglie di vetro e plastica e a qualsiasi altro oggetto di uso quotidiano. La missione "verde" della famiglia Chameides non si è fermata di fronte ad alcun tipo di ostacolo, persino durante un viaggio in Messico, a costo di sfiorare il ridicolo di fronte alle menti "profane". I rifiuti "vacanzieri" sono stati stipati in una valigia e riportati all'ovile domestico, dopo un controllo in aeroporto che ha suscitato stupore e ilarità negli addetti alla dogana. Ogni fase della "missione ecologica" è stata documentata sul blog www.daysoftrash.blogspot.com, uno spazio ricco di video e consigli "fai da te" per produrre meno rifiuti in base a questa originale esperienza "green".


Produrre meno rifiuti

I risultati non si sono fatti attendere: mese dopo mese, rodato il meccanismo, Dave e la sua famiglia hanno iniziato effettivamente a produrre meno rifiuti, con esiti sorprendenti, solo 14 chilogrammi in 365 giorni. Basti pensare che un americano in media ne conta 45 kg. In pratica, per agire concretamente per la salvaguardia del nostro pianeta serve una mentalità nuova, all'insegna di un autentico risparmio. Non solo riciclare e rinnovare ma imparare a produrre meno rifiuti. Un compito molto più semplice del previsto, come testimonia la famiglia più "junk" d'America.


Qui i nostri amici hanno sicuramente esagerato, ma un po' di impegno servirebbe a tutti. Cosa ne pensate?

Cosimo

 




 

 

Dave ha dimostrato al mondo quanto siamo "spreconi"

     
I vostri commenti
     
  Da Paola
Perchè io ho la cantina a discarica mentre alcune mie amiche buttano anche ...
     
    > Di la tua su questo articolo
    > Leggi tutti i commenti